Sopra le mascherine, gli occhi sorridono.

Sono quelli dei volontari di Parma Capitale Italiana della Cultura 2020-2021 pronti a mettersi ancora in gioco. Con indosso le nuove polo gialle personalizzate Erreà, realizzeranno un ponte fra le biblioteche di Parma e i lettori che non possono uscire di casa. 

Siamo arrivati alle porte dell'estate e i kway che avevano permesso ai volontari di distinguersi, avevano bisogno di essere sostituiti con qualcosa di più fresco e confortevole. Molti di loro continuano a portare le spese nelle case: ci sono ancora persone anziane che non si fidano a uscire e, in questi mesi, si sono create delle relazioni di aiuto che non è più possibile spezzare.

Ed è bello così, l'umanità è ciò che resterà di questi giorni di emergenza.