Erreà Sport e Lega Pro sempre più all’insegna dell’innovazione, anche sulla realizzazione e scelta della terza divisa divisa ufficiale.

Per la prima volta, infatti, sono stati i club, a scegliere la terza maglia della Rappresentativa di Lega Pro, frutto del laboratorio di progettazione creativa che ha visto i responsabili marketing dei Club protagonisti di un incontro indimenticabile svoltosi la scorsa settimana a Parma presso la sede di Erreà. Ed ecco il risulto dell’incontro in cui ognuno di loro ha dato il proprio contributo e le proprie indicazioni estetiche, grafiche e concettuali.

Il risultato è quello di una maglia unica e piena di vita, di forte impatto visivo. I colori e lo stile, individuati dopo un profondo lavoro di confronto, traggono ispirazione dagli ambienti digitali affini alle nuove generazioni con il chiaro intento di colpire un nuovo pubblico, uscendo da un contesto prettamente calcistico legato al campo. Nel pomeriggio i responsabili Marketing dei Club hanno ricevuto la gradita sorpresa di vederne realizzato in anteprima già un prototipo:

“La terza maglia è la sintesi di un lavoro di creatività e di confronto. Ed è anche il simbolo della nuova immagine di una Lega Pro in costante cambiamento, all’insegna della modernità e dell’innovazione. Vogliamo essere più vicini anche alle nuove generazioni, gli stadi hanno bisogno di loro” dichiara il Presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli.

Di grande effetto anche la prima e la seconda divisa. La prima nelle tonalità dell’azzurro e del blu che riprendono i colori della Nazionale. Al centro del petto e sulle maniche risalta una particolare grafica tricolore sfumata. La seconda conferma lo stesso modello e grafica ma con la base bianca e stesso pattern tricolore a impreziosire la divisa.

La Lega Pro, rappresenta il serbatoio del calcio italiano da cui tutto inizia. Anche per questo i colori scelti per le maglie della Lega Pro rappresentano l’Italia, simboleggiano e sottolineano come la Serie C possa rappresentare una sorta di Nazionale Italiana anche se a livello provinciale, nelle sue sfaccettature più locali e territoriali.