Erreà Sport fornisce già, da oltre un anno, Athletica Vaticana per l’abbigliamento gara e rappresentanza, una collaborazione che si spera di rafforzare ulteriormente con la prima Associazione Sportiva costituita in Vaticano. La collaborazione tra Erreà e Athletica Vaticana è fondata innanzitutto su un terreno comune di principi etici e morali che contraddistingue l’identità profonda di queste due realtà e che ha reso possibile tale significativa partnership. Valori prioritari insiti nella vision aziendale di Erreà, grazie ai quali è ricaduta la scelta come fornitore di materiale tecnico da parte di Athletica Vaticana. Il fondamentale rispetto per la salute degli atleti e dei consumatori garantita dalla certificazione Oeko-Tex Standard 100 che attesta la sicurezza dei prodotti Erreà; l’estrema attenzione alla qualità e alla scelta dei tessuti; il rappresentare un marchio produttore simbolo dell’eccellenza del made in Italy nel settore del teamwear, sono stati i fattori chiave per una collaborazione proficua e di grande prestigio. Una collaborazione di grande rilevanza che il Presidente di Erreà Sport, Angelo Gandolfi, ha così voluto commentare. “Siamo estremamente onorati di prendere parte oggi a questa storica presentazione e veramente orgogliosi di poter vestire con i nostri capi running e tempo libero la rappresentativa sportiva della Santa Sede. Una partnership, che speriamo proseguirà anche in futuro, di cui siamo molto fieri per la sintonia d’intenti e di valori che ne stanno alla base. Si tratta per noi di una collaborazione unica in cui metteremo tutta la nostra esperienza e serietà acquisita nel mondo dello sport e che sono sicuro potrà costituire un importante traguardo e arricchimento reciproco". Da parte sua, Monsignor Melchor Sánchez de Toca, Presidente di Athletica Vaticana, spiega: “Siamo rimasti colpiti dall'attenzione per i diritti dei lavoratori, con la scelta di Erreà di non spostare la produzione fuori dall'Unione Europea e magari in Paesi dove la manodopera, soprattutto minorile, è sfruttata. E poi ci siamo trovati concordi nell'attenzione anche alla qualità del prodotto, con un profilo etico e attenzione anche all'ambiente che si riconosce nelle linee dell'enciclica 'Laudato sì' di Papa  Francesco”.